Lo scorso finesettimana al Musée Suisse du Jeu che si trova a La-Tour-de-Peilz si é tenuto un evento chamato “castello dei giochi”. C’era anche Swisscubing !

Il vicepresidente Reto Bubendorf e il membro dell’associazione Alessio Giuliano hanno organizzato uno stand di speedcubing. Molti curiosi si sono avvicinati per vedere o giocare, la manifestazione si é rivelata molto divertente!


Luogo

La Swisscubing Cup 2017 II ha avuto luogo a Schenkon, un piccolo paese della Svizzera centrale.  I 55 concorrenti sono stati accolti nella spaziosa sala multiuso delle scuole.

Eventi

Come sempre si sono tenuti gli eventi di base (2×2, 3×3, 4×4, 3×3 Blindfolded, 3×3 one-handed und Pyraminx) mentre gli eventi speciali sono stati 6×6 e 3×3 with feet.

Record

Robin Tschümperlin 4×4 NR Average – 34.90s
Fabian Löhle 6×6 NR Single – 2:13.58s
Fabian Löhle 6×6 NR Mean – 2:23.06s
Reto Bubendorf 3×3 with feet NR Mean – 1:16.45s

Classifica

Per conoscere la classifica generale delle Swisscubing Cup 2017 clicca QUI mentre a questo LINK trovate tutti i risultati della competizione.


La prima competizione della Swisscubing Cup 2017 si è tenuta a Cadro (vicino a Lugano) ed è stato un gran successo!

I 42 partecipanti sono stati accolti nella spaziosa e accogliente sala dell’ex municipio di Cadro. Una fornitissima buvette, gestita da Lorenzo Spinelli, che ringraziamo, non ha fatto mancare nulla.

La giornata è iniziata con il primo tentativo del 5×5 blindfolded. Oleg Gritsenko è stato l’unico concorrente a risolvere il cubo con successo con un tempo da fuoriclasse di 8:32.64 minuti.

L’evento successivo è stato il 4×4. Come da pronostico ha vinto Richard Delacoste con un tempo medio di 41.79 secondi. I piazzamenti dal 2° al 9° posto erano racchiusi in 5 secondi. L’olandese Guus de Wit si è classificato secondo con una media di 45.00 secondi mentre Tobias Peter con 45.65 secondi si è aggiudicato il terzo posto.

25 persone hanno partecipato al 3×3 one-handed, vinto dall’italiano Sebastiano Tronto con una media di 16.26. Al secondo posto si è classificato Tobias Peter (18.09 secondi) e al terzo, l’italiano Giorgio Zonta (18.86 secondi).

Poco prima della pausa pranzo si è tenuto il secondo tentativo di 5×5 blindfolded, in cui nessuno ha risolto il cubo con successo.

All’inizio del pomeriggio hanno avuto luogo gli eventi principali. Nel 3×3 i migliori 12 partecipanti hanno avuto accesso alla finale. Si sono qualificati 6 svizzeri, 5 italiani e un olandese: Theo Mayer, giunto 12°, è entrato in finale con una media di 12.63 secondi.

Nel pyraminx, molto attesa era la vittoria di Reto Bubendorf. I suoi primi tre tempi sono stati in linea con il record nazionale (3.29 secondi) ma purtroppo le ultime risoluzioni non sono state altrettanto buone e la media finale era di 3.95 secondi. Al secondo posto si è classificato l’italiano Alessandro Fava  con una media di  4.92 secondi e al terzo posto, con un record personale di 5.22 secondi, si è classificato Theo Mayer.

2×2 è stato dopo il 3×3 l’evento più numeroso in termini di partecipanti: 37 concorrenti provenienti da 5 nazioni. Reto Bubendorf ha vinto con la buona media di 2.40 secondi. Al secondo posto si è classificato Lorenzo Mauro (3.26 secondi) mentre al terzo posto è giunto l’organizzatore della gara, Luca Rizzi, con un record personale di 3.33 secondi.

Poi si è tenuto il 3×3 blindfolded in cui, a differenza del 5×5 blindfolded, più della metà dei partecipanti ha risolto il cubo con successo almeno una volta. Sebastiano Tronto  ha vinto con un tempo di  35.09 secondi. Come in tutti gli eventi a memoria nel tempo è inclusa anche la memorizzazione.  Al secondo posto si è classificato il russo Oleg Gritsenko con un tempo di 45.13 secondi mentre Lorenzo Mauro  ha conquistato il terzo posto con un tempo di 1:16.94 minuti.

Come secondo evento speciale, dopo il 5×5 blindfolded, si è svolto il megaminx. Manuel Bühler, il favorito, ha vinto con una media, a dire il vero non molto buona per lui, di 1:02.92 minuti. Con un distacco di ben 9 secondi, al secondo posto è giunto Marco Rota (1:12.76) mentre Lorenzo Mauro (1:15.53) si è classificato terzo.

Nel terzo tentativo del 5×5 blinfolded nessuno dei 6 partecipanti ha risolto il cubo con successo. Le aspettative per questo evento erano tanto alte quanto la delusione che ne è seguita, nessuno svizzero è infatti mai riuscito in questo evento. I miglioramenti sono comunque visibili ed è solo questione di tempo.

Infine è arrivato il momento più importante della giornata: la finale del 3×3 che si è svolta in formato testa a testa, con una sfida a due (partendo dal 12° piazzamento per finire con i migliori) davanti a un numeroso e partecipe pubblico. Qui potete vedere com’è andata 🙂

Luca Rizzi e Swisscubing ringraziano partecipanti e spettatori per l’entusiastica partecipazione alla prima competizione della  Swisscubng Cup 2017.

Cliccate qui per conoscere la classifica generale: Swisscubing Cup 2017 Ranking


Benvenuto nel sito di Swisscubing!

Negli ultimi due anni in Svizzera la comunità legata al cubo di Rubik  è cresciuta molto. Nel 2014 si sono tenute due sole competizioni, mentre nel 2016 ne sono state organizzate otto. Anche il numero di speedcubers è  triplicato dal 2014 ad oggi (altre statistiche le trovi QUI).

Ecco un video di riepilogo del 2016:

Swisscubing è stata fondata al fine di far progredire lo speedcubing in Svizzera. Oltre ad organizzare delle competizioni, vorremmo essere un punto d’appoggio per chi desidera organizzare delle competizioni, mettendo a disposizione il materiale necessario, organizzando gli sponsor e molto altro.

Inoltre vorremmo diffondere lo speedcubing  in tutta la Svizzera e aiutare la comunità a crescere.

Il comitato di Swisscubing augura un buon anno a tutti!